Leader di sostenibilità: la storia di Chantsalnyam

Chantsalnyam Luvsandorj: dalla Mongolia

alla ricerca della sostenibilità

Leader di sostenibilità: la storia di Chantsalnyam Luvsandorj

Lei si chiama Chantsalnyam Luvsandorj.

Viene dalla Mongolia dove fino a non tanti anni fa, dalle parti del deserto dei Gobi, come tutti i membri della sua famiglia di pastori, si occupava di cavalli e cammelli.

Un posto difficile, con temperature che salgono oltre i 50 °C e si abbassano sotto i 30.

Chantsalnyam ha lasciato questo luogo per andare a studiare, prima in una scuola distante qualche decina di chilometri, poi presso l’università svedese di Malmö (comunque dopo essersi sposata e avere avuto due figli).
Qui  ha intrapreso con successo il corso di laurea in “Leader di sostenibilità” che forma esperti per progettare imprese rispettose dell’ambiente. Come è adesso Chantsalnyam che ha l’obiettivo di fare qualcosa del genere per la “sua” Mongolia, sviluppando idee che siano assolutamente sostenibili per il territorio.
La giovane donna non è da sola a cercare di coronare il sogno di ritornare in patria portando con sé progetti e idee utili a rendere migliore il suo paese di origine, ma sempre in ottica sostenibile. Il suo futuro potrà anche essere quello di andare a lavorare in una delle tante Ong che lì in Mongolia si occupano di studiare strategie ecologiche opportune, come dare acqua a certe aree desertiche. L’immagine è tratta dal sito Thelocal.se.

Lascia un commento